Sito Mirror    Software Per Codici A Barre    Contattaci    Scarica    Acquisto Online    FAQ    CNET

Scarica la versione gratuita del software per codici a barre

Procedura dettagliata su come utilizzare questo software per codici a barre

https://free-barcode.com/HowtoMakeBarcode.asp

 
 

Qual è l'origine storica dei codici a barre?

Nel 1966, la National Association of Food Chains (NAFC) ha adottato i codici a barre come standard di identificazione dei prodotti.

Nel 1970, IBM ha sviluppato l'Universal Product Code (UPC), che è ancora ampiamente utilizzato oggi.

Nel 1974, il primo prodotto con un codice a barre UPC: un pacchetto di gomme da masticare Wrigley fu scansionato in un supermercato dell'Ohio.

Nel 1981, l'Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione (ISO) ha approvato il Code39 come primo standard di codici a barre alfanumerici.

Nel 1994, la giapponese Denso Wave ha inventato il QR-Code, un codice a barre bidimensionale in grado di memorizzare più informazioni.

Alcune aree comuni di applicazione dei codici a barre

Verifica dei biglietti: cinema, luoghi di eventi, biglietti di viaggio e altro ancora utilizzano lettori di codici a barre per verificare i biglietti e il processo di ammissione.

Tracciamento degli alimenti: alcune app ti consentono di monitorare il cibo che mangi tramite codici a barre.

Gestione dell'inventario: nei negozi al dettaglio e in altri luoghi in cui è necessario tenere traccia dell'inventario, i codici a barre aiutano a registrare la quantità e la posizione degli articoli.

Pagamento comodo: nei supermercati, nei negozi e nei ristoranti i codici a barre consentono di calcolare rapidamente il prezzo e il totale della merce.

Giochi: alcuni giochi utilizzano i codici a barre come elementi interattivi o creativi, ad esempio la scansione di diversi codici a barre per generare personaggi o elementi.

Esempi di applicazione dei codici a barre

App con codici a barre per il monitoraggio degli alimenti: app che registrano il contenuto nutrizionale, le calorie, le proteine ​​e altre informazioni del cibo che mangi eseguendo la scansione del codice a barre sull'etichetta del cibo. Queste app possono aiutarti a registrare le tue abitudini alimentari, gestire i tuoi obiettivi di salute o capire da dove proviene il tuo cibo.

Trasporti e logistica: utilizzati per codici di ordinazione e distribuzione, gestione dello stoccaggio dei prodotti, sistemi di controllo logistico, numeri di sequenza dei biglietti nei sistemi aerei internazionali. I codici a barre vengono utilizzati negli ordini e nella distribuzione nel settore della logistica e dei trasporti. Possono essere utilizzati per stringare i codici SSCC (Line Shipping Container Code) sono codificati per identificare e tracciare contenitori e pallet nella catena di fornitura. Possono anche codificare altre informazioni come date di scadenza e numeri di lotto.

Catena di fornitura interna: gestione interna dell'impresa, processo di produzione, sistema di controllo logistico, codici di ordinazione e distribuzione. I codici a barre possono memorizzare varie informazioni, come numero di articolo, lotto, quantità, peso, data, ecc. Questo le informazioni possono essere utilizzate per il monitoraggio, lo smistamento, l'inventario, il controllo di qualità, ecc., per migliorare l'efficienza e l'accuratezza della gestione della catena di fornitura interna dell'azienda.

Tracciamento logistico: i codici a barre sono ampiamente utilizzati nel tracciamento logistico. Possono essere utilizzati per identificare merci, ordini, prezzi, inventario e altre informazioni. Apponendo codici a barre sugli imballaggi o sulle scatole di spedizione, è possibile ottenere l'entrata in magazzino e uscita. Identificazione e registrazione automatica della distribuzione, dell'inventario e di altre informazioni logistiche per migliorare l'accuratezza e l'efficienza della gestione logistica.

Processo della linea di produzione: i codici a barre possono essere utilizzati per la gestione del processo della linea di produzione in fabbrica per migliorare l'efficienza e la qualità della produzione. I codici a barre possono identificare numeri di prodotto, lotti, specifiche, quantità, date e altre informazioni per facilitare la tracciabilità durante il processo di produzione . Ispezione, statistica e altre operazioni. I codici a barre possono anche essere integrati con altri sistemi, come ERP, MES, WMS, ecc., per ottenere la raccolta e la trasmissione automatica dei dati.

Il futuro sviluppo dei codici a barre

Aumenta la capacità e la densità delle informazioni dei codici a barre, consentendo loro di memorizzare più dati, come immagini, suoni, video, ecc.

La capacità e la densità delle informazioni dei codici a barre si riferiscono alla quantità di dati che un codice a barre può memorizzare e alla quantità di dati per unità di area. Diversi tipi di codici a barre hanno capacità e densità di informazioni diverse. In generale, la capacità di codici a barre bidimensionali e la densità delle informazioni è maggiore rispetto ai codici a barre unidimensionali.

Attualmente esistono già alcune nuove tecnologie di codici a barre, come codici a barre a colori, codici a barre invisibili, codici a barre tridimensionali, ecc. Tutte cercano di aumentare la capacità e la densità di informazioni dei codici a barre, ma devono anche affrontare alcune sfide tecniche e sfide applicative. Pertanto, c'è ancora spazio e possibilità per migliorare la capacità e la densità delle informazioni dei codici a barre, ma richiede anche innovazione e ottimizzazione continue.

Migliorare la sicurezza e la lotta alla contraffazione dei codici a barre, utilizzando crittografia, firme digitali, filigrane e altre tecnologie per impedire che i codici a barre vengano falsificati o manomessi. Nello specifico, esistono diversi modi:

Crittografia: crittografa i dati nel codice a barre in modo che possano essere decrittografati solo da apparecchiature o personale autorizzati per evitare perdite di dati o modifiche dannose.

Firma digitale: aggiunge una firma digitale al codice a barre per verificare l'origine e l'integrità del codice a barre ed evitare che il codice a barre venga contraffatto o manomesso.

Filigrana: una filigrana è incorporata nel codice a barre per identificare il proprietario o l'utente del codice a barre e impedire che il codice a barre venga rubato o copiato.

Queste tecnologie possono migliorare la sicurezza e l'anticontraffazione dei codici a barre, ma aumenteranno anche la complessità e il costo dei codici a barre, quindi devono essere selezionate e progettate in base ai diversi scenari ed esigenze applicative.

Applicazione dei codici a barre nella gestione della produzione

Il progresso, la qualità e l'efficienza della produzione possono essere monitorati scansionando il codice a barre su un ordine di lavoro o un numero di lotto.

Il sistema di codici a barre è uno strumento automatizzato che può aiutare i produttori a monitorare l'inventario in modo più efficace, migliorare l'efficienza produttiva e ridurre gli errori umani.

I codici a barre possono essere utilizzati per tenere traccia di risorse, materiali, parti e installazioni durante la produzione in fabbrica.

Il sistema di codici a barre può anche monitorare i processi di produzione, evasione degli ordini e distribuzione in tempo reale, migliorare la precisione degli ordini e delle spedizioni e ridurre i costi di inventario e manodopera.

Vantaggi dell'utilizzo dei codici a barre

Velocità: i codici a barre possono scansionare gli articoli in un negozio o tenere traccia dell'inventario in un magazzino più velocemente, migliorando così notevolmente la produttività del personale del negozio e del magazzino. I sistemi di codici a barre possono spedire e ricevere merci più velocemente in modo ragionevole per immagazzinare e individuare gli articoli .

Precisione: i codici a barre riducono l'errore umano durante l'immissione o la registrazione delle informazioni, con un tasso di errore di circa 1 su 3 milioni, e consentono l'accesso alle informazioni in tempo reale e la raccolta automatizzata dei dati sempre e ovunque.

Efficacia dei costi: i codici a barre sono economici da produrre e stampare e possono far risparmiare denaro aumentando l'efficienza e riducendo le perdite. I sistemi di codici a barre consentono alle organizzazioni di registrare accuratamente la quantità di prodotto rimasto, la sua ubicazione e quando sono necessari riordini, il che Ciò evita gli sprechi e riduce la quantità di denaro immobilizzato in scorte in eccesso, migliorando così l'efficienza dei costi.

Controllo dell'inventario: i codici a barre aiutano le organizzazioni a tenere traccia della quantità, dell'ubicazione e dello stato delle merci durante tutto il loro ciclo di vita, a migliorare l'efficienza dello spostamento delle merci dentro e fuori dai magazzini e a prendere decisioni sugli ordini sulla base di informazioni di inventario più accurate.

Facile da usare: riduce i tempi di formazione dei dipendenti perché l'utilizzo del sistema di codici a barre è semplice e meno soggetto a errori. È sufficiente scansionare l'etichetta con codice a barre allegata a un articolo per accedere al relativo database tramite il sistema di codici a barre e ottenere informazioni relativo all'articolo.

Il futuro sviluppo dei codici a barre

Aumenta la capacità e la densità delle informazioni dei codici a barre, consentendo loro di memorizzare più dati, come immagini, suoni, video, ecc.

La capacità e la densità delle informazioni dei codici a barre si riferiscono alla quantità di dati che un codice a barre può memorizzare e alla quantità di dati per unità di area. Diversi tipi di codici a barre hanno capacità e densità di informazioni diverse. In generale, la capacità di codici a barre bidimensionali e la densità delle informazioni è maggiore rispetto ai codici a barre unidimensionali.

Attualmente esistono già alcune nuove tecnologie di codici a barre, come codici a barre a colori, codici a barre invisibili, codici a barre tridimensionali, ecc. Tutte cercano di aumentare la capacità e la densità di informazioni dei codici a barre, ma devono anche affrontare alcune sfide tecniche e sfide applicative. Pertanto, c'è ancora spazio e possibilità per migliorare la capacità e la densità delle informazioni dei codici a barre, ma richiede anche innovazione e ottimizzazione continue.

Migliorare la sicurezza e la lotta alla contraffazione dei codici a barre, utilizzando crittografia, firme digitali, filigrane e altre tecnologie per impedire che i codici a barre vengano falsificati o manomessi. Nello specifico, esistono diversi modi:

Crittografia: crittografa i dati nel codice a barre in modo che possano essere decrittografati solo da apparecchiature o personale autorizzati per evitare perdite di dati o modifiche dannose.

Firma digitale: aggiunge una firma digitale al codice a barre per verificare l'origine e l'integrità del codice a barre ed evitare che il codice a barre venga contraffatto o manomesso.

Filigrana: una filigrana è incorporata nel codice a barre per identificare il proprietario o l'utente del codice a barre e impedire che il codice a barre venga rubato o copiato.

Queste tecnologie possono migliorare la sicurezza e l'anticontraffazione dei codici a barre, ma aumenteranno anche la complessità e il costo dei codici a barre, quindi devono essere selezionate e progettate in base ai diversi scenari ed esigenze applicative.

Applicazione del codice a barre nella gestione logistica

La spedizione, la distribuzione e la consegna delle merci possono essere monitorate scansionando il codice a barre sulla bolla di consegna o sulla fattura.

Il codice a barre ha un grande impatto nella gestione della logistica e nella gestione dell'inventario. È uno strumento di identificazione efficace che può aiutare a tenere traccia dei prodotti e ridurre notevolmente gli errori.

I codici a barre possono anche aumentare la velocità, la flessibilità, la precisione, la trasparenza e l'economicità dei processi logistici.

La tecnologia dei codici a barre è stata ampiamente utilizzata nel settore della logistica, in particolare nella vendita di beni nei supermercati.

Le alternative ai codici a barre sono

Esistono molte alternative ai codici a barre, come Bokode, QR-Code, RFID, ecc. Ma non possono sostituire completamente i codici a barre. Ognuno di essi presenta vantaggi e svantaggi, a seconda delle esigenze e degli scenari.

I bokode sono tag di dati che possono memorizzare più informazioni dei codici a barre nella stessa area. Sono stati sviluppati da un team guidato da Ramesh Raskar presso il MIT Media Lab. I bokode possono essere catturati da qualsiasi fotocamera digitale standard. Per leggere, basta mettere a fuoco la fotocamera all'infinito. I bokode hanno un diametro di soli 3 mm, ma possono essere ingranditi fino a un livello di chiarezza sufficiente nella fotocamera. Il nome Bokodes è una combinazione di bokeh [un termine fotografico per sfocato] e codice a barre [codice a barre] A combinazione di due parole. Alcuni tag Bokode possono essere riscritti e i Bokode che possono essere riscritti sono chiamati bocode.

I Bokode presentano alcuni vantaggi e svantaggi rispetto ai codici a barre. I vantaggi dei Bokode sono che possono memorizzare più dati, possono essere letti da diverse angolazioni e distanze e possono essere utilizzati per la realtà aumentata, la visione artificiale e il campo vicino comunicazioni e altri campi. Lo svantaggio di Bokodes è che l'attrezzatura per leggere Bokodes richiede una luce LED e una lente, quindi il costo è più elevato e consuma più energia. Anche il costo di produzione delle etichette Bokodes è superiore a quello delle etichette con codici a barre.

Il QR-Code è in realtà un tipo di codice a barre. È anche chiamato codice a barre bidimensionale. Entrambi sono un modo per archiviare dati, ma presentano alcune differenze, vantaggi e svantaggi. Il QR-Code può memorizzare più dati, inclusi testo, immagini, video, ecc., mentre i codici a barre possono memorizzare solo numeri o lettere. Il codice QR può essere scansionato da qualsiasi angolazione, mentre i codici a barre possono essere scansionati solo da una determinata direzione. Il codice QR ha una correzione degli errori funzione, anche se parzialmente danneggiata Può anche essere identificato, mentre i codici a barre sono più suscettibili ai danni. Il QR-Code è più adatto per pagamenti contactless, condivisione, identificazione e altri scenari, mentre i codici a barre sono più adatti per la gestione e il tracciamento di merce.

In teoria, il QR-Code può sostituire tutte le funzioni dei codici a barre unidimensionali. Tuttavia, molte applicazioni non richiedono etichette con codici a barre per memorizzare grandi quantità di dati. Ad esempio, le etichette con codici a barre EAN per prodotti al dettaglio devono solo memorizzare Da 8 a 13 Solo un numero, quindi non è necessario utilizzare il QR-Code. Inoltre, il costo di stampa del QR-Code è leggermente superiore a quello dei codici a barre unidimensionali, quindi il QR-Code non sostituirà completamente i codici a barre unidimensionali.

Tipi di codici a barre più comunemente utilizzati

Codice EAN-13: codice a barre del prodotto, universale, supporta 0-9 cifre, 13 cifre di lunghezza, scanalato.

Codice UPC-A: codice a barre del prodotto, utilizzato principalmente negli Stati Uniti e in Canada, supporta numeri da 0 a 9, 12 cifre di lunghezza e presenta scanalature.

Codice Code-128: codice a barre universale, supporta numeri, lettere e simboli, lunghezza variabile, senza scanalature.

QR-Code: codice QR, supporta più set di caratteri e formati di codifica, lunghezza variabile e dispone di contrassegni di posizionamento.

Cosa sono le organizzazioni EAN, UCC e GS1?

EAN, UCC e GS1 sono tutte organizzazioni che codificano le merci.

EAN è l'European Commodity Numbering Association, UCC è l'Uniform Code Committee degli Stati Uniti, GS1 è la Global Commodity Coding Organization ed è il nuovo nome dopo la fusione di EAN e UCC.

Sia EAN che UCC hanno sviluppato una serie di standard per l'utilizzo di codici numerici per identificare beni, servizi, beni e posizioni. Questi codici possono essere rappresentati da simboli di codici a barre per facilitare la lettura elettronica richiesta per i processi aziendali.

Il codice a barre GS1-128 è il nuovo nome del codice a barre UCC/EAN-128. È un sottoinsieme del set di caratteri Code-128 ed è conforme allo standard internazionale GS1.

UPC e EAN sono entrambi codici merceologici nel sistema GS1. UPC è utilizzato principalmente negli Stati Uniti e in Canada, mentre EAN è utilizzato principalmente in altri paesi e regioni, ma possono essere convertiti l'uno nell'altro.

Applicazione dei codici a barre nella gestione dell'inventario

Ricevuta merci: scansionando il codice a barre sulle merci ricevute, la quantità, il tipo e la qualità delle merci possono essere registrate in modo rapido e accurato e abbinate agli ordini di acquisto.

Spedizione: scansionando il codice a barre sulle merci in uscita, la quantità, la destinazione e lo stato delle merci possono essere registrati in modo rapido e accurato e abbinati agli ordini di vendita.

Magazzino in movimento: scansionando i codici a barre sulle merci e sulle ubicazioni del magazzino, il movimento e lo stoccaggio delle merci possono essere registrati in modo rapido e accurato e le informazioni sull'inventario aggiornate.

Inventario: eseguendo la scansione dei codici a barre sulle merci nel magazzino, è possibile verificare in modo rapido e accurato la quantità effettiva delle merci e la quantità del sistema, nonché individuare e risolvere discrepanze.

Gestione dell'attrezzatura: eseguendo la scansione del codice a barre sull'attrezzatura o sullo strumento, è possibile registrare in modo rapido e preciso l'utilizzo, la riparazione e la restituzione dell'attrezzatura o dello strumento e prevenire perdite o danni.

Perché esistono molti tipi di codici a barre?

Esistono molti tipi di codici a barre perché hanno usi e caratteristiche diverse.

Ad esempio, un UPC [Universal Product Code] è un codice a barre utilizzato per etichettare i prodotti al dettaglio e può essere trovato su quasi tutti gli articoli venduti e nei negozi di alimentari negli Stati Uniti.

CODE 39 è un codice a barre in grado di codificare numeri, lettere e alcuni caratteri speciali. È comunemente utilizzato nei settori manifatturiero, militare e medico.

ITF [Interleaved Two-Five Code] è un codice a barre che può codificare solo un numero pari di cifre. È comunemente utilizzato nei campi della logistica e dei trasporti.

NW-7 [noto anche come CODABAR] è un codice a barre che può codificare numeri e quattro caratteri di inizio/fine. È comunemente utilizzato nelle biblioteche, nei corrieri espressi e nelle banche.

Code-128 è un codice a barre in grado di codificare tutti i 128 caratteri ASCII. È comunemente utilizzato in aree quali il monitoraggio dei pacchi, l'e-commerce e la gestione del magazzino.

Che tipo di organizzazione è GS1?

GS1 è un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro responsabile dello sviluppo e del mantenimento dei propri standard di codici a barre e dei corrispondenti prefissi delle società emittenti. Il più famoso di questi standard è il codice a barre, che è un codice a barre stampato su un prodotto che può essere Simboli di scansione elettronica.

GS1 conta 116 organizzazioni membri locali e più di 2 milioni di aziende utenti. La sua sede principale è a Bruxelles (Avenue Louise).

Storia di GS1:

Nel 1969, il settore della vendita al dettaglio statunitense era alla ricerca di un modo per accelerare il processo di pagamento in negozio. Per trovare una soluzione è stato formato il Comitato ad hoc sui codici uniformi di identificazione dei prodotti alimentari.

Nel 1973, l'organizzazione scelse l'Universal Product Code (UPC) come primo standard unico per l'identificazione univoca dei prodotti. Nel 1974, fu formato l'Uniform Codes Committee (UCC) per amministrare lo standard. 26 giugno 1974 , una confezione di gomme da masticare Wrigley diventa il primo prodotto con un codice a barre che può essere scansionato nei negozi.

Nel 1976, il codice originale da 12 cifre è stato ampliato a 13 cifre, consentendo l'utilizzo del sistema di identificazione al di fuori degli Stati Uniti. Nel 1977, è stata fondata a Bruxelles la European Article Numbering Association (EAN), con membri fondatori provenienti da 12 paesi.

Nel 1990, EAN e UCC hanno firmato un accordo di cooperazione globale ed hanno ampliato la propria attività complessiva a 45 paesi. Nel 1999, EAN e UCC hanno istituito il Centro Auto-ID per sviluppare il codice di prodotto elettronico (EPC), abilitando gli standard GS1 per RFID.

Nel 2004, EAN e UCC hanno lanciato il Global Data Synchronization Network (GDSN), un'iniziativa globale basata su Internet che consente ai partner commerciali di scambiare in modo efficiente i dati principali dei prodotti.

Nel 2005, l'organizzazione operava in più di 90 paesi e ha iniziato a utilizzare il nome GS1 a livello globale. Sebbene [GS1] non sia un acronimo, si riferisce a un'organizzazione che fornisce un sistema globale di standard.

Nell'agosto 2018 è stato approvato lo standard della struttura GS1 Web URI, che consente di aggiungere ID univoci ai prodotti memorizzando URI (indirizzi simili a pagine Web) come codice QR.

Informazioni sul QR Code

Il QR Code è stato inventato nel 1994 da un team guidato da Masahiro Harada della società giapponese Denso Wave, basato sul codice a barre originariamente utilizzato per contrassegnare le parti di automobili. Si tratta di un codice a barre a matrice bidimensionale che può raggiungere molteplici usi.

Il QR Code presenta i seguenti vantaggi rispetto ai codici a barre unidimensionali:

Il QR Code può memorizzare più informazioni perché utilizza una matrice quadrata bidimensionale anziché linee unidimensionali. I codici a barre unidimensionali di solito possono memorizzare solo dozzine di caratteri, mentre il QR Code può memorizzare migliaia di caratteri .

Il QR Code può rappresentare più tipi di dati, come numeri, lettere, caratteri binari, caratteri cinesi, ecc. I codici a barre unidimensionali di solito possono rappresentare solo numeri o lettere.

Il QR Code può essere scansionato e riconosciuto più velocemente perché ha quattro segni di posizionamento e può essere scansionato da qualsiasi angolazione. I codici a barre unidimensionali di solito devono essere scansionati da una direzione specifica.

Il QR Code è più resistente ai danni e alle interferenze poiché dispone di funzionalità di correzione degli errori in grado di recuperare dati parzialmente persi o oscurati. I codici a barre unidimensionali generalmente non dispongono di tali funzionalità.

La differenza tra il QR Code e il codice a barre unidimensionale risiede principalmente nel metodo di codifica e nella capacità delle informazioni. Il QR Code utilizza una matrice quadrata bidimensionale, che può memorizzare più informazioni e rappresentare più tipi di dati. Unidimensionale i codici a barre utilizzano linee unidimensionali, possono memorizzare solo una piccola quantità di informazioni e possono rappresentare solo numeri o lettere. Esistono altre differenze tra i codici QR e i codici a barre unidimensionali, come la velocità di scansione, la capacità di correzione degli errori, la compatibilità, ecc.

QR Code non è l'unico QR Code. In base al principio, i codici QR possono essere divisi in due categorie: a matrice e impilati. I tipi comuni di codici QR sono: Data Matrix, MaxiCode, Aztec, QR - Code, PDF417, Vericode, Ultracode, Code 49, Code 16K, ecc., hanno applicazioni diverse in campi diversi.

Il codice a barre bidimensionale sviluppato sulla base del codice a barre unidimensionale presenta vantaggi con cui il codice a barre unidimensionale non può essere confrontato. Come file di dati portatile, sebbene sia ancora nella sua fase iniziale, è in Il mercato in continua evoluzione. Spinto dall'economia e dal rapido sviluppo della tecnologia informatica, insieme alle caratteristiche uniche dei codici a barre 2D, la domanda per la nuova tecnologia dei codici a barre 2D in vari paesi sta aumentando di giorno in giorno.

Informazioni sul codice a barre UPC-A

UPC-A è un simbolo di codice a barre utilizzato per tracciare gli articoli nei negozi ed è utilizzato solo negli Stati Uniti e in Canada. È composto da 12 cifre e ogni articolo ha un codice univoco.

È stato formulato dall'Uniform Code Council negli Stati Uniti nel 1973, sviluppato congiuntamente con IBM ed è in uso dal 1974. È stato il primo sistema di codici a barre utilizzato per la liquidazione dei prodotti nei supermercati. Un articolo contrassegnato con un codice a barre UPC-A è stato scansionato alla cassa di un supermercato Troys Marsh.

Il motivo per cui i codici a barre UPC-A vengono utilizzati nei supermercati è che possono identificare in modo rapido, accurato e conveniente le informazioni sul prodotto, come prezzo, inventario, volume delle vendite, ecc.

Il codice a barre UPC-A è composto da 12 cifre, di cui le prime 6 cifre rappresentano il codice del produttore, le ultime 5 cifre rappresentano il codice prodotto e l'ultima cifra è la cifra di controllo. In questo modo, solo Se è necessario scansionare il codice a barre alla cassa del supermercato, è possibile ottenere rapidamente informazioni sul prezzo del prodotto e sull'inventario, migliorando notevolmente l'efficienza lavorativa dei venditori del supermercato.

Il codice a barre UPC-A è utilizzato principalmente nei mercati degli Stati Uniti e del Canada, mentre altri paesi e regioni utilizzano i codici a barre EAN-13. La differenza tra loro è che il codice a barre EAN-13 ha un codice paese in più.

 
 
 

Diritto d'autore(C)  EasierSoft Ltd.  2005-2024

 

Supporto tecnico

autobaup@aol.com    cs@easiersoft.com

 

 

D-U-N-S: 554420014